pianificazione sistemi e metodi di produzione
EX NIHILO NIHIL

studio
di produzione
di contenuti
visivi
e
verbali

pagina principale

lapis

Oggi come ieri, e ieri come sempre, l’evoluzione delle tecnologie induce un’evoluzione delle forme di comunicazione. Ma i contenuti non possono mutare, poiché strettamente legati alle attività umane fondamentali, tutte possibili solo per mezzo della comunicazione, e su questa, imprescindibilemnte basate.

L’evoluzione delle forme di comunicazione, intrinsecamente indotta dall’evoluzione delle tecnologie, abbattendo numerose limitazioni intrinseche delle precedenti tecnologie e delle forme di comunicazione a queste legate, può portare alla distorsione dei contenuti e alla inefficacia dell’azione di comunicazione.

La semplificazione e l’ampliamento della versatilità delle nuove tecnologie, infatti, creano l’illusione che la medesima semplificazione ed ampliamento della versatilità di utilizzo di queste, assieme all’ampliamento delle possibilità e combinazioni delle forme di comunicazione, divenga caratteristica intrinseca e possano riflettersi anche nei contenuti.

Ciò induce all’abuso dell’approssimazione nella definizione ed espressione dei contenuti, ed all’improvvisazione dell’ideazione di forme, che divengono inefficaci, quindi inutili.

Con la degenere semplificazione e l’impoverimento dei contenuti, fino alla loro paradossale eliminazione, la comunicazione prende forme barocche e dispersive, basate sull’apparenza e ambizione di impressione, ma priva di sostanza.

Una comunicazione dai contenuti impoveriti, assenti, o non bene organizzata, cade facilmente nel ridicolo, facendo perdere di credibilità autori e mittenti della comunicazione.

Si paventa quindi un rischio di deriva della comunicazione a causa dell’impoverimento progressivo dei contenuti, fino al loro annullamento.

Generando una disabilità comunicativa, effetto collaterale della facilità di comunicazione.

La comunicazione deve essere anche organizzata per poter esprimere il significato dei contenuti in modo pienamente efficace.

Nuovo non necessariamente significa innovazione a qualsiasi costo, anche a quello dell’inefficacia.

Semplificare la forma non significa semplificare ulteriormente i contenuti, che sono già semplici di per sé, né privare la forma di contenuti.

I contenuti devono rimanere comprensibili anche nelle nuove forme, magari migliorando; anzi, con le nuove forme di comunicazione, possibili grazie alle innovazioni tecnologiche, possono addirittura essere arricchiti.

E poiché le nuove forme di comunicazione, prive dei limiti delle precedenti, offrono orizzonti e spazi più ampi, in tutti i sensi, incluso quello della fisicità, la comunicazione può essere veicolata in modalità multicanale, utilizzando una gamma multiqualitativa e multiquantitativa di più forme contemporaneamente, senza intaccare l’essenza dei contenuti.

I contenuti possono essere espressi anche poliedricamente, in più di una forma, da una più sintetica ad una più dettagliata e precisa, che possano raggiungere contemporaneamente il target della comunicazione, lasciando a quest’ultimo la libertà di scegliere la qualità e la quantità del messaggio su cui focalizzare le proprie attenzioni, in base al livello di interesse e alla conseguente disponibilità di tempo da dedicare alla fruizione della comunicazione.

Avere cura della comunicazione rispettando sempre i contenuti, significa trarre vantaggio dall’evoluzione delle tecnologie, utilizzando tutte le loro potenzialità. Sfruttando quindi un più vasto spettro di possibilità di forme di comunicazione, arricchendo i contenuti, piuttosto che trascurarli, e moltiplicandone le vie di comunicazione.

Ciò può prevenire e correggere la disabilità comunicativa, riducendo gli effetti collaterali della facilità di comunicazione data dall’abuso della versatilità delle nuove tecnologie.

La comunicazione inoltre è una responsabilità. Una comunicazione curata, oltre ad essere efficace, educa il pubblico; mentre una comunicazione scadente, oltre ad essere inefficace, lo diseduca. E un pubblico diseducato non recepisce più correttamente i contenuti della comunicazione.

Senza un contenuto, la forma della comunicazione, per quanto appariscente ed evoluta, perde ogni significato e rimane il nulla.

Dal nulla non nasce nulla.

Ciò che non si comprende non si vende.

profilo
loci natura

La passione di LIVISIS.eu per il per la cura dei contenuti e per la loro migliore espressione già attraverso le forme e tecnologie tradizionali di comunicazione, ha consentito di sviluppare un forte entusiasmo per il notevole ampliamento dell’orizzonte di possibilità di forme di comunicazione offerte dalle nuove tecnologie.

L’utilizzo imprescindibilmente sempre più intensivo delle nuove tecnologie nello sviluppo dei lavori di espressione e comunicazione di contenuti, ha consentito a LIVISIS.eu di acquisire sempre maggiori capacità, dimestichezza e competenze; accrescendo maggiormente la passione per la cura dei contenuti per mezzo delle enormi soddisfazioni giunte dall’ottenimento di risultati di maggior qualità con risparmi di tempo, spazio e fatica.

L’esperienza di LIVISIS.eu nella constatazione, esame ed analisi della diffusa incuria e trascuratezza dei contenuti della comunicazione attualmente circolante, nonché dell’abitudine invalsa nell’abuso della versatilità delle nuove tecnologie; non ha potuto che consolidare e accrescere; sia le convinzioni sulla necessità della cura dei contenuti per una comunicazione efficace e di buona qualità; sia, di conseguenza, la passione per la cura dei contenuti.

LIVISIS.eu è un marchio di attività che opera nello sviluppo di contenuti visivi e redazione di contenuti verbali per la produzione di documentazioni e pubblicazioni; sia a carattere reclamistico che meramente informativo; sia di contenuti meramente estetici che di contenuti tecnici specifici.

© LIVISIS.eu 2013 - 2016 (v000001000008)